Tao Zhang, Vice Direttore esecutivo del Fondo Monetario Internazionale

Fmi: all’Albania servono riforma della giustizia e stabilità politica

Nel 2017 la crescita economica in Albania dovrebbe essere del 3,8% confermando un trend di miglioramento che prosegue da alcuni anni, ma perché questo cammino possa proseguire secondo Tao Zhang, vice direttore esecutivo del Fondo monetario internazionale (Fmi), è importante rafforzare lo Stato di diritto: “Spero che l'Albania faccia i massimi sforzi per attuare la riforma giudiziaria e mantenga un ambiente politico stabile. Il rafforzamento delle istituzioni pubbliche ed il miglioramento del clima per fare impresa sono la chiave per incoraggiare gli investimenti e far crescere le opportunità di occupazione.”

“Prima di tutto – ha proseguito Zhang - è necessario migliorare i servizi pubblici, l'infrastruttura, l'educazione, e la sanità, mentre nel frattempo viene garantita la stabilità macroeconomica”. Per l’alto dirigente del Fmi si stanno tentando di incassare maggiori introiti per poterli poi spendere in modo efficace. Questo è importante perché il tasso del debito pubblico è ancora alto, nonostante il suo calo di recente.

Altre priorità, secondo Zhang, sono l’attenzione alla riforma della gestione delle tasse e migliorare la pianificazione degli investimenti pubblici, inclusa la formula di Partenariato pubblico privato per poter ridurre i rischi relativi alle finanze pubbliche, la gestione del rischio nel settore bancario e la garanzia che gli investitori ed i dirigenti del settore finanziario rispettino i necessari standard.

La Banca Centrale del paese "ha giustamente tenuto un tasso d'interesse alto, ma dovrebbe adottare la sua politica monetaria se l'inflazione dovesse invece crescere".

Tao Zhang è stato ricevuto dal ministro dell'Economia e Finanze Arben Ahmetaj, con il quale si è congratulato per la conclusione lo scorso anno dell'accordo triennale fra Fmi e Albania, che ha permesso al paese di garantire la stabilità fiscale e macroeconomica offrendo nello stesso tempo anche un credito di oltre 330 milioni di euro. “Noi siamo consapevoli che senza continue riforme non potrà esserci una crescita economica sostenibile”, ha ribadito Ahmetaj.

Author

Shkruaj një koment

0 Komentet